Nucleare e crisi. Pericolo per l’Italia!

Il nucleare è stato un salto di civiltà, tuttavia, chi intende continuare ad usare il nucleare nel futuro, sappia che  sta compiendo un atto di distruzione dell’avvenire dei giovani, poiché contribuirà all’aumento del debito pubblico, che le prossime generazioni pagheranno molto caro”.

 

 

 

 

di Gianni Degli Antoni

 

Il nucleare è stato un salto di civiltà. La accelerazione imposta dalla industrializzazione non aveva alternative: ed il sacrificio umano è stato (e forse lo è ancora), giustificato. I settori che ne hanno tratto vantaggio sono moltissimi seppure gli effetti collaterali sono stati presenti.

La situazione odierna è mutata.  La comunicazione del mondo scientifico accetta l’esistenza dei fenomeni di fusione fredda a bassa temperatura (fenomeni nucleari). La evidenza  è ubiquitaria. la tecnologia esiste si chiama Ecatt di Rossi e Focardi. La CO2 può essere combattuta come molto altro… Le scorie assenti. Radioattività inesistente… Eccetera.

Ma esiste anche la battaglia sul nucleare.

Come fare rispetto al nucleare?

 

Ovvio che chiunque vende e produce nucleare farà di tutto per svuotare i magazzini e prepararsi alla conversione. Costoro debbono confondere le idee sul piano scientifico, favorire una comunicazione  di massa favorevole al nucleare:  per sopravvivere in questa fase.

L’attesa farà si che in pochi anni il mondo del petrolio avrà  in mano tutto. Compresa la diffusione e la modalità d’impiego della fusione fredda in tutti i paesi del mondo (che avranno energia a  costo risibile rispetto alla nostra). Tutte le nostre grandi imprese (Enel..e molte multinazionali ..stanno lavorandoci). Noi non sapremo più competere in nulla.

Se Lor Signori nuclearisti pensano al nucleare, stanno di fatto predisponendo la definitiva distruzione del Capitalismo.

Lo sviluppo del Nucleare è possibile solo con aumento del debito pubblico. In un momento di crisi il nucleare va usato si, per superare le difficoltà economiche  che grazie alla crisi comportano una riduzione dei consumi energetici.  I Cinesi stanno a guardare: qualche reattore lo faranno, certo! Ma appena saranno pronti i nostri reattori loro cambieranno le  carte in tavola. Venderanno a tutti degli Ecatt o altri similari.  Ed avremo buttato tutto il nostro futuro in mani cinesi (con l’ aiuto degli Usa): nel frattempo consulenti Usa ben pagati ci aiuteranno a far vivere gli ultimi momenti del nucleare.. a costo dei contribuenti mentre tutto il nostro paese sarà stato sbranato.  Speriamo che il recupero delle tasse non vada nella direzione nucleare … Che se qualche  politico Ministro del Governo tecnico lo ha detto.