Intervista al Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese in Italia Fridericus Joannes 1°. “IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE? “

La massoneria affonda le sue origini negli antichi culti misterici, ma è pur sempre un fenomeno legato all’Arte muratoria intesa come mestieri comprendenti commercianti, artigiani e libere professioni. Tutte attività legate da un rapporto di fratellanza che va aldilà dell’apparente valore cristiano, poiché è un sentimento universale.

Pensiamo ad esempio all’importanza che hanno per i massoni le feste dedicate ai due San Giovanni cristiani, esse sono legate alle porte solstiziali nei giorni cosmici più importanti dell’anno e riportano inevitabilmente al Giano bifronte, simbolicamente rappresentato dall’aquila bicipide del Rito Scozzese. E’ evidente quindi che nella massoneria, oltre ad esserci un intreccio e delle implicazioni con l’economia, vi è soprattutto una parte segreta legata allo studio dei culti misterici antichi rappresentati dal Suo simbolismo. Prendiamo a modello la scala con sette gradini e la squadra e il compasso presente in molti templi, rappresentano da un punto di vista simbolico il lungo percorso iniziatico che porta all’Illuminazione, non a caso chiamata Madre del Mondo e a  tutta la geometria sacra  dell’universo. Dal 1801, negli Stati Uniti – che, poi, si rivelerà nella storia, di grande importanza massonica – venne fondata, a Charleston, la versione oggi più nota, relativa al sistema dei 33 gradi, detto di Rito Scozzese Antico e Accettato. Ma che cos’è in realtà la massoneria? Qual è il rapporto con le religioni? Come sarà il suo ruolo nel futuro? Lo chiediamo al Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese italiano Fridericus Joannes 1°.

Che cos’ la massoneria?

In Italia la massoneria non è mai esistita. Esistono solo finti massoni. Sono rarissimi, molto pochi coloro che la conoscono. C’è una mistificazione enorme, ci sono tanti sovrani “sedicenti di se stessi” che non hanno successione filologica di nessuno. Quindi in Italia come anche negli altri paesi, bisognerebbe iniziare a fare chiarezza, se qualcuno si prendesse l’impegno di cominciare a scrivere qualcosa. In Italia “parlano” di scissione nel 1908, di Saverio Fera e altro, ma in realtà la presunta scissione non ci fu, in quanto non fu altro che necessità…

Chi era Saverio Fera?

Saverio Fera uscì da Palazzo Giustiniani portando via la maggioranza del Supremo Consiglio,  in quanto la minoranza voleva  imporre ai deputati e senatori dell’epoca, di votare in Parlamento e in Senato l’abolizione dell’insegnamento religioso nelle scuole e togliere il crocifisso. Poiché Saverio Fera era un pastore anglicano, quindi avrebbe avuto la possibilità di agire contro la Chiesa apostolica di Roma – e specifico romana in quanto al mondo esistono due cattolicesimi, esiste anche la Chiesa cattolica universale – giustificò l’uscita in quanto contrario all’abolizione del crocifisso nelle scuole e dell’insegnamento religioso. Con l’avvento del fascismo e il discorso di Mussolini ad Ancona che sciolse la massoneria (ma la sciolse solo a parole), devastò con i suoi “manipoli” la sede di Piazza di Gesù con tutto l’archivio, ecco perché non si trovano tanti documenti. Comunque sia Mussolini che suo fratello Arnaldo, furono 33 e questo lo possono confermare i nostri archivi. Mussolini agì in questo modo per fare un favore alla Chiesa Apostolica Romana… E anche per tutelarsi da eventuale “dispetti”o “attentati” nei suoi confronti da parte della Chiesa, con Pio XI che voleva fare il concordato. Per cui si può affermare che Mussolini fu costretto forzatamente ad accettare il concordato del 1929. Nonostante il suo gesto,   Mussolini deve tanto alla massoneria, ricordiamo che Roul Palermi, il successore di Saverio Fera gli diede una grande spinta per affermare il suo potere, come anche fece re Vittorio Emanuele III che era massone con la carica di Sovrano Grande Ispettore Generale…

E il Principe Alliata come si pose in questo scenario?

Il Principe Alliata fu iniziato in massoneria con la loggia Aurora, dall’armatore Cristoforo Costanzo a Palermo nel 1946. In quel periodo il Sovrano americano Jhon Cowells avversò tanto la massoneria italiana di Saverio Fera additandolo di non essere stato abbastanza energico contro il fascismo – anche se obiettivamente il Fera non poteva fare più di quanto ha fatto, in quanto il fascismo ha avuto i bravi come Don Rodrigo e questo è stato una rovina per la massoneria italiana, anche se Mussolini al potere ce lo portò “Piazza del Gesù” attraverso, ripeto, Raul Palermi. – In questo scenario confuso, nel momento in cui morì il Sovrano Italiano riconosciuto, il barone Risi e essendo allora Alliata nel 1946 entrato in massoneria, fu elevato alla dignità del 33° e fu nominato il più giovane 33 d’Italia. Qualora molti di Piazza del Gesù e Palazzo Giustiniani, chiesero ad Alliata di assumere la dignità di Gran Commendatore, Alliata rispose sempre che era sua intenzione di adempiere a questo incarico solo alla famiglia massonica riconosciuta, alla stessa stregua dei precedenti riconoscimenti di Saverio Fera e del barone Risi da parte del Supremo Consiglio Madre del Mondo sedente a Washington. Essendo poi lui diventato deputato – ha fatto quattro legislature – e il Parlamento italiano lo mandava sempre in missione, gli americani inviarono a Roma il plenipotenziario (mandato con pieni poteri), da Washington,  Franco Moroli 33 che si rivolse al Principe Alliata per ricostituire il Rito Scozzese e questo per fare chiarezza in Italia in quanto vari 33 nell’ultimo conflitto mondiale che sbarcarono in Sicilia e risalirono la penisola, in ogni regione dove passarono, fondarono senza averne il potere, qualche supremo consiglio, senza esserne legittimati – quanto affermo lo sottoscrivo nella qualità di successore del Principe Alliata in quanto suo luogotenente -.  Ritornando alla cronaca del tempo, gli americani nella persona di Moroli fecero ad Alliata questa richiesta mentre si trovava a giocare una partita a carte a Piazza Cesarini Sforza. Il principe, che non avrebbe mai lasciato una partita a carte, in quanto suo hobbies preferito, si mise la mano in tasca tirò fuori 200 mila lire (al quel tempo si cantava potessi avere 1000 lire al mese), mettendoli in mano al Moroli e dicendo: “Lasciami giocare vai a fare quel che devi fare”… In seguito s’incontrarono a  Washington che dopo il conflitto mondiale aveva come Presidente  degli Stati Uniti Eisenhower. Suo fratello era  33 e ben presto ci fu una riunione avvenuta il 20 Ottobre 1957, dove,  alla presenza di Eisenhower,  fratello del presidente 33 e del Sovrano di Washington americano Luther Smith, il Supremo Consiglio Madre del Mondo, annunciò a tutti che il barone Risi era morto e fu nominato al suo posto, Alliata, membro onorario del medesimo Supremo Consiglio. Con questo atto il riconoscimento della massoneria ufficiale, venne restituito ad Alliata che è l’unico Sovrano rimasto dal dopoguerra ad oggi ad esserne il legittimo riconosciuto. Oltre al principe mai più nessuno è stato riconosciuto. Chi in Italia parla della riunificazione avvenuta nel 1960, è una delle più grosse “bufale all’italiana”, perché i documenti che sono in mio possesso, in archivio, non portano  la firma di Alliata , legittimo Sovrano in Italia e inoltre c’è la firma di un solo Sovrano americano, mentre la burocrazia richiede la firma di due Sovrani americani: la giurisdizione del sud e del nord… Ce li ho io i documenti, quindi è inutile che vengono a dire menzogne… Si continua in Italia a delegittimare il buon nome del Rito Scozzese  e soprattutto si delegittima il vero ruolo del massone.

Che cosa significa appartenere alla famiglia dei massoni…

Massone è chi percorre una strada, persevera fino alla fine, non và né a destra né a sinistra. Vuole scoprire la Sapienza, vuole sapere. La massoneria si divide in quattro fasce: “la base, la filosofica, la nera, dove non si fanno messe nere, ma è una specie di polizia interna che vigila se i fratelli operano bene o male che è la camera dei nove, che fu costituita dai nobili che lasciarono tutte le loro ricchezze, per andare a scortare i pellegrini che andarono a visitare il tempio di Salomone costruito e realizzato da Hiram, il primo maestro massone che ordinò la costruzione del tempio di Salomone. Poi c’è la massoneria bianca, ovvero la massoneria amministrativa, che inizia dal 31° poiché il Rito Scozzese, racchiude al suo interno trenta casati nobiliari massonici del Rito. Il 31° del Rito Scozzese, è chiamato l’Ispettore Inquisitore che è il Presidente del Tribunale del 31° del rito, in quanto la massoneria di base ha il suo Tribunale che dà la possibilità di appellarsi alle gerarchie più alte…Poi c’è il 32° del rito vero che sono i prìncipi del real segreto che sarebbero i prìncipi della chiesa – la chiesa ha copiato tutto dal rito scozzese, dai vescovi che sono i 18° che sono i garanti per la chiesa, ai pastori che girano per il mondo con il bastone, ai prìncipi cardinali -.Poi viene il 33°, i Sovrani grandi Ispettori Generali, che appartengono strettamente di diritto al Rito Scozzese, perché al mondo ci sono altri 19 riti riconosciuti che compreso il mio, fanno  20. Tutti gli altri, si fregiano del 33° ma è una menzogna spaventosa, lo fanno solo per spillare soldi a persone in buona fede che non sanno poveretti… In base all’art. 18 della Costituzione sono legalmente costituiti, ma nell’ambito della massoneria sono spurii, non seguono le regole morali e spirituali del massone vero, ne parlano ma non ne sanno nulla.

Per la stragrande maggioranza delle persone che non conoscono la realtà vera della massoneria, essere massone significa entrare in un gruppo per “fare affari” …  Si riuniscono per risolvere faccende economiche, avere la spinta giusta per portare avanti progetti… Sono anche prevaricatori… Quindi la povera gente valuta e giudica. Mi sbaglio?

Non Vi sbagliate, chi ignora, vede la massoneria come una lobbies di affari, ma l’hanno portati a pensare questo quel “canagliume”, quel massonismo  che a loro dire si vanta di essere potente, insomma tutte “stupidaggini”, per fare in modo che le persone che ascoltano  rimangono invaghite da chissà quale promessa e accettano di entrare. Ho visto compiere delle grandi truffe in nome e per conto della massoneria e questo mi spiace molto. Tutti usano la figura del Cristo e parlano di iniziazione ma in realtà lo scopo sono i loro affari di bottega… Io vorrei tanto vedere quanto è penetrato in loro. Che cos’è il cristianesimo e chi era Gesù non è stato spiegato bene…

Mi pare di capire che la figura del Cristo accomuna tutte le massonerie, ma allora i massoni sono cristiani?

Il massone è un liberale, noi non professiamo né una religione né un partito politico; noi dobbiamo essere noi stessi, non dobbiamo essere condizionati da nessuna religione, poiché ti impediscono di pensare e ti vogliono creare a loro immagine e somiglianza. Le religioni le hanno scritte gli uomini, le scrivono a modo loro. Invece il massone del Rito Scozzese, è libero. Noi nasciamo nudi e rispondiamo a tutti coloro che stanno sopra di noi delle nostre azioni. Non servono messe, non servono confessioni, non servono giaculatorie particolari, ma chi ti può salvare l’anima se non le tue azioni? Coloro che dicono “ti raccomandiamo al padre eterno” è una bestemmia aberrante, non si può fare. Dove sta scritto che un uomo può fare le funzioni di un altro uomo, di fare i santi di mandare in paradiso o no… Stiamo scherzando? Può un uomo dire ad un altro uomo quello che deve fare? Noi in primis dobbiamo rispondere sempre del nostro operato e prima di esalare l’ultimo respiro della vita materiale, rivediamo il nostro percorso terreno, come una pellicola che ci scorre davanti per vedere dove abbiamo sbagliato. La Luce che ci parla dentro la nostra testa che non ha una figura, ma ci parla, non condanna nessuno. Le condanne quando ritorniamo dopo le incarnazioni, dopo due passaggi, nella terza ce le portiamo dietro. Quindi siamo noi, che decidiamo del nostro futuro terreno… Ci meravigliamo che nascono i deformi “poverelli” e ci affanniamo per loro con estremo assistenzialismo… La nostra visione è diversa, facciamo loro un danno enorme, in quanto sono loro che hanno deciso dall’altra parte di venire in questo mondo in quel modo, per espiare e per alleggerirsi del loro bagaglio… Per cui se noi gli alleviassimo il fardello, li riporteremo indietro e quindi sarebbero costretti a ritornare ancora malati…

A chi vi riferite in particolare?

Ai portatori di handicap, che nascono molto malati, storpi etc… Bisogna andare a trovare la chiave di lettura del perché… Tutti si preoccupano per loro, è ammirevole ma non hanno capito nulla. Ogni azione ha una reazione uguale e contraria, bisogna trovare le chiavi di lettura. Sicuramente nelle vite passate, hanno commesso omicidi, nefandezze gravi, stupri. La chiesa dice solo di non ammazzare, di non commettere atti impuri,  dice di non fare, ma non dice vai a trovare la chiave di lettura per darti risposta. E bisogna trovarla, perché il Signore “che sta là sopra”, non può permettere queste cose, che sono già scritte “fatte” e “preparate”. Quindi le generazioni nuove devono invertire la tendenza e domandarsi chi sono, da dove vengono, il perché. Finora ci hanno raccontato che Gesù è nato in una stalla, con la mangiatoia, c’era il bue e l’asinello, Maria era vergine… Ma chiedo: “C’erano loro per confermare”? Forse Gesù è venuto da qualche altra parte e nessuno si è mai posto questa domanda… E la risposta è tante altre cose. Ma è risaputo che conviene a tutti tenere l’uomo nell’ignoranza, così tutti possono speculare liberamente e impunemente. Nessuno può salvare l’anima di nessuno.

Per curiosità la società civile come dovrebbe comportarsi con un bambino nato down ad esempio…

Lasciarlo per quello che è… Assisterlo senza modificare il suo essere… Se ha deciso di nascere così lo sa lui o lei il vero motivo…

Ma i misteri vanno rivelati?

La massoneria ha il compito di accogliere persone che hanno tutti i “crismi”, sia maschili che femminili, prenderli per mano e portarli alla verità, la loro verità. Perché se tu non scopri che la bevanda che hai bevuto adesso è un succo di frutta all’ananas, lo hai scoperto perché l’hai bevuto. Se ti avessi detto io cos’era mi avresti preso per pazzo… Il sentimento che tu hai non si può trasmettere che a parole, ma l’altro che ascolta, non lo percepisce come te, non ha la tua stessa emozione…

Che cos’è l’incarnazione per Voi?

Non in-carnazione ma re-in-carnazione… Perché l’incarnazione è l’inizio, la genesi, la reincarnazione invece fa parte della nostra evoluzione, perché non si muore,  ma si muta: dal nostro vecchio corpo esce un altro corpo “eterico” che l’occhio di materia non può vedere, che guarda e sente tutto ma non può più afferrare in quanto non ha materia. Per circa due o tre mesi, si rimane ancora vicino agli affetti sulla terra, poi quando si capisce il proprio cambiamento di stato si inizia un altro percorso, un altro viaggio… E ognuno ha il suo a secondo del peso del suo cuore. Andrà nel mondo del pensiero in quella “campana rovesciata” dove dall’alto arrivano tutte le informazioni divine e conoscenza, ma al momento della reincarnazione dimentica tutto. Tutte queste informazioni rimangono nel Sé superiore. I grandi geni hanno solo ricordato meglio le informazioni celesti. Come per esempio Verdi che era massone  ha scritto il Và pensiero che è la mia opera preferita e che dedico a tutti… Soprattutto alle donne alle quali credo molto. Bisogna ritornare al senso della Madre e sono sicuro che come hanno sempre fatto ri-creeranno il mondo, poiché la donna riesce a fare quello che i “pantofolai uomini che non servono più” non fanno. Come la storia ci racconta è sempre la donna che ha generato e invertito la tendenza e che ripolarizzerà l’uomo…

Ma quali donne?

Quelle vere… Le femministe per carità non ne voglio neanche sentir parlare. Hanno distrutto la dignità e l’onore della donna. Mi dispiace affermarlo ma le femministe non possono chiamarsi donne, ma solo femmine e anche “facili”.

Sovrano… !!!

Si arrabbieranno ma io me ne vado sotto una bella quercia e non le ascolto… Voglio ascoltare le vere donne che riporteranno ordine e Spirito, ne sono sicuro.

Sovrano dove stiamo andando… Cosa pensate della nuova era?

Non ci sarà la fine del mondo, neanche catastrofi – di catastrofi ne sono successe già tante – mirate in tante zone del mondo dove non si comportano bene. La Natura non la puoi fermare, si riprende quello che è suo… La Natura non è naturata ma naturante. Non si può prescindere dalla Natura ma bisogna compenetrarsi con essa e non ignorarla. Se ci avete fatto caso noi del Rito Scozzese portiamo l’aquila bicipite a due teste: la giustizia e la misericordia – non pietà –  questa è la Natura.

Cos’è la misericordia?

Capire le debolezze e l’ignoranza dell’essere… La Natura ci perdona, è misericordiosa, ma poi diventa giusta. La nuova era è solo un cambiamento, un nuovo passaggio dal vecchio al nuovo, per cui ci saranno delle menti che verranno illuminate, delle persone nocive a questa società che sicuramente saranno annientate . Ora non so come la Natura deciderà di annientarle perché non è una cosa che riguarda noi ma il Grande Architetto dell’universo e i suoi eserciti e sa dove dover intervenire. I suoi tempi non sono i nostri, ma questo ce lo dobbiamo aspettare, “questa torre di Babele” voluta dalle ideologie comuniste, dall’appiattimento dell’evoluzione del pensiero, da queste politiche obsolete che non servono più che continuano ancora a non capire ciò di cui la gente ha bisogno, deve pur crollare… Gli si rivolteranno contro in malo modo. Siccome l’uomo non ce la farà a cambiare, ci dovrà essere per forza un intervento divino per poter risistemare le cose. Quindi è probabile – ma nessuno ripeto può sapere quando – che con il 21 Dicembre inizia questa era nuova e vedremo gli effetti andando avanti…

La Massoneria come cambierà dopo il 21 Dicembre?

Credo che andrà avanti la massoneria che ho sempre voluto e voglio. Questo lo decideremo dopo gli eventi e vedremo se possiamo tendere la mano a quelle persone che vogliono arrivare alla conoscenza. La chiesa dovrà rivedere molte cose;  forse ci sarà un papa che si chiamerà Pietro II e farà rientrare la chiesa nel  binario giusto poiché uscita molto, molto dal seminato. Gesù Cristo che per i greci significa Luce è lontano anni luce da loro. Questa benda che hanno messo sugli occhi del genere umano, qualcuno la dovrà pur alzare, allora il Padre Eterno sta dando forza al mondo, altrimenti sarebbe crollato da un pezzo. Il mondo si regge ancora perché ci sono uomini, dei veri 33, che conoscono le chiavi di lettura dei quattro elementi. Cara Giuliana i santi non esistono queste persone noi le chiamiamo iniziati ai misteri. Ma ti rendi conto questa storia dei santi? Hanno fatto santo Pio IX che firmava mandati di fucilazione alla gente e lo hanno fatto santo lo stesso giorno che hanno fatto santo Padre Pio…..

Un messaggio Sovrano per coloro che “non ne possono più” di  questo tempo oscuro e ne sono tanti. Il meglio deve ancora venire?

Attendete con fiducia perché il Grande Architetto dell’Universo adopererà le sue creature illuminate per istruirle…