La scrittrice Giuliana Poli è stata recentemente oggetto  di alcune indebite interpretazioni ideologiche dei suoi scritti e delle sue pubblicazioni che non corrispondono né in tutto né in parte al lavoro di ricerca che la stessa conduce e intende condurre nel campo dell’ antropologia culturale e lo studio del rito e delle culture arcaiche. Proprio in questo campo recentemente Giuliana Poli ha ottenuto prestigioso incarico accademico quale direttrice di dipartimento scientifico da un Istituto di ricerca conosciuto e accreditato in 43 paesi europei e del mediterraneo. Pertanto con una comunicazione affidata alla pagina del suo sito Giuliana Poli 
DIFFIDA UFFICIALMENTE CHIUNQUE AD UTILIZZARE FRASI ESTRATTE CAPZIOSAMENTE DAI SUOI TESTI E DALLE SUE PUBBLICAZIONI PER USI NON ATTINENTI LA SCIENZA E LA RICERCA FATTE SALVE LE DEBITE CITAZIONI DEI TESTI COME PREVEDE LA DEONTOLOGIA DELLA SCIENZA  E DEL DIRITTO IN MATERIA DI DIFESA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE
Si precisa di aver inviato questa comunicazione all’ Istituto di Ricerca al proprio Studio legale, uniche istituzioni e uffici preposti alla protezione del valore scientifico derivato dai lavori di Giuliana Poli
In conseguenza di questa diffida la scrittrice dà pieno mandato al perseguimento  per vie legali e giudiziarie di qualsiasi azione o atto mistificatorio e di plagio lesivo della buona reputazione professionale dei propri scritti che dovesse risultare dal monitoraggio quotidiano del dialogo digitale in rete che Giuliana Poli ha affidato ad un osservatorio scientifico di ingegneria reputazionale internazionale globalmente riconosciuto.